Gli indifferenti | Francesco Maselli (1964)

Dal capolavoro giovanile di Alberto Moravia, Francesco Maselli ha tratto un film non del tutto convincente, timido e nemmeno troppo ambizioso. Eppure la trama del grandioso romanzo moraviano offriva più di una traccia per disegnare un ritratto pungente e maggiormente profondo. Sarà che quella della famiglia Ardengo è anche una storia di silenzi, introspezioni, autoanalisi che, se conservate fedelmente tutte, avrebbero creato un alone di pesantezza e lentezza intorno al film.

Ma l’illustrazione del fallimento, dell’intrigo di relazioni e corna e delle contraddizioni della borghesia romana dei primi decenni del Novecento è solo elegante, decorativa e Maselli sembra aver accantonato, per una volta, le sue brame di impietoso raccontatore del malessere nostrano e delle sciagure intellettuali che l’affliggono.

Risultati immagini per gli indifferenti film

Probabilmente l’autore s’identifica di più con l’insoddisfatto Michele, il più indifferente di tutti, ma tuttavia conserva quella specifica caratteristica che Moravia aveva assunto nel raccontare i tanti vizi e le poche virtù dei cinque protagonisti principali, elevandosi a narratore onnisciente e onnipresente.

Il cast, insolitamente “all-stars”, è dominato dai tre americani Rod Steiger (lo spregevole speculatore Leo Merumeci), Paulette Goddard (la ferrea madre Mariagrazia, amante trascurata di Leo) e Shelley Winters (l’illusa Lisa, amica di Mariagrazia, già amante di Merumeci e aspirante allo stesso ruolo nel cuore di Michele) e solo la tunisina Claudia Cardinale (l’inappagata Carla, neo amante di Leo) e il cubano Tomas Milian (l’indifferentissimo Michele, nemico giurato di Leo, figlio di Mariagrazia, fratello di Carla e probabile amante di Lisa) sono italiani d’adozione. Nonostante la splendida fotografia del magico Gianni Di Venanzo,  resta un’occasione mancata.

GLI INDIFFERENTI (Italia, 1964) di Francesco Maselli, con Claudia Cardinale, Rod Steiger, Tomas Milian, Paulette Goddard, Shelley Winters. Drammatico. ** ½

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...