Tutte le donne della mia vita | Simona Izzo (2007)

Davide Ferrari è un celebre cuoco che seduce le donne, alle quali non sa rinunciare, attraverso le sue sopraffine creature culinarie. All’espressione onnipresente «lei si chiama come mia madre» – non ha nemmeno superato il complesso di Edipo, figlio di una madre che non sia è mai voluta far chiamare in tale modo, in dieci anni gli passano di fronte agli occhi (e in letti occasionali): la gourmet Isabelle Monique, l’ipocondriaca biologa Stefania, la conduttrice Monica (dalla quale avrà un figlio), la ristoratrice Laura, la giovane Diletta e, ovviamente, la madre.

Tutte le donne della sua viRisultati immagini per tutte le donne della mia vita filmta si rincontrano quando lui è vittima di un incidente subacqueo a Stromboli. Le origini lo seducono. Probabilmente stroncato senza pietà da molta critica, è una commediola gradevole e banale (specialmente nella seconda parte) pronta per la fruizione televisiva. Forse andrebbero rimproverata alla factotum regista qualche pretesa autoriale, l’inutile artificiosità che caratterizza il personaggio di Davide, la poca cura nell’illustrare l’ambiente strombolano, macchiettistico e turistico.

Luca Zingaretti, alle prese con un raro ruolo brillante, è credibile e convincente. Nel reparto femminile sfocata Rosalinda Celentano, buttata lì senza molte domande Vanessa Incontrada, poco più che accenni ai ruoli di Jane Alexander ed Elena Bouryka. Spiccano invece una sorprendente benché troppo esagitata Michela Cescon, prima incursione nella commedia in puro stile Izzo, e la tagliente e splendida Lisa Gastoni, un altro talento ritrovato che disegna la madre Diletta con la malinconica vena di chi nasconde qualcosa da troppo tempo.

Le musiche del Premio Oscar Ennio Morricone (un inchino), sembrano pezzi di scarto, o persino variazioni, del tema di C’era una volta in America: tolte dall’epica del poema di Leone, le note perdono di forza. Curiosità: Ricky Tognazzi, marito della regista, recita il ruolo di Rodolfo, l’amico-nemico cuoco che ruba a Davide segreti e piatti, ha un cognome gastronomico. Si chiama La Mantia, come Filippo, lo chef che non usa aglio e cipolla.

TUTTE LE DONNE DELLA MIA VITA (Italia, 2007) di Simona Izzo, con Luca Zingaretti, Vanessa Incontrada, Michela Cescon, Lisa Gastoni, Rosalinda Celentano, Elena Bouryka, Jane Alexander, Ricky Tognazzi, Claudio Bigagli, Francesco Benigno. Commedia. **

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...