La tigre e la neve | Roberto Benigni (2005)

A distanza di tre anni dal controverso Pinocchio, Roberto Benigni torna sul grande schermo cercando di battere la stessa fortunata strada de La vita è bella, che l’aveva condotto agli Oscar: un mix di comicità e tragedia, buoni sentimenti e patetismo. Pur cambiando il contesto, o meglio, il paesaggio, la guerra è sempre la stessa, inutile e assurda, e i ruoli principali restano i medesimi, forse con una maggiore inclinazione all’autocritica dovuta alla maturità.

È tuttavia anche questo, un film sbagliatoLa tigre e la neve, storia di un estroso professor di poesia, Attilio come Bertolucci padre, e del suo spasmodico amore nei confronti di una certa Vittoria, che sogna ogni notte e segue in ogni dove. Hanno un amico in comune, il poeta arabo Fuad (uno straniato Jean Reno), sul quale lei sta scrivendo una biografia. Proprio nel bel mezzo del lavoro a Baghdad, la nostra rimane coinvolta in un attentato e casca in coma. Fuad chiama Attilio che arriva lì in maniera a dir poco rocambolesca, decidendo di prendersi cura della donna. Finale a mezza sorpresa.

Risultati immagini per la tigre e la neve

Se l’intento era quello di fare un film sulla potenza della poesia, il risultato è mediocre: i dialoghi fulminanti ma pregni di ovvie citazione poetiche non sempre incidono, vuoi pure per l’esilità della struttura riciclata. Ed è certo un’apologia dell’amore, ancora una volta nei termini di una dichiarazione nei confronti di Nicoletta Braschi, raramente così imbarazzante come attrice.

Fin troppo ridondante e simile a La vita è bella, con una prima parte stucchevole (gli interventi sulla poesia sono funzionali) ed una seconda drammatica, in cui il giullare Benigni tenta di far emergere la propria buffonesca giocosità in un background tremendo e disastroso. Anche se non finisce male per lui, il finale è irritante, nonostante quel gioco di sguardi tra i due innamorati. Così come l’incipit onirico non appare del tutto efficace, malgrado Tom Waits.

LA TIGRE E LA NEVE (Italia, 2005) di Roberto Benigni, con Roberto Benigni, Jean Reno, Nicoletta Braschi, Emilia Fox, Giuseppe Battiston, Tom Waits, Andrea Renzi, Lucia Poli. Commedia drammatica. **

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...