Retrò | Serendipity – Quando l’amore è magia (2001)

Serendipità significa «trovare qualcosa che non si stava cercando», un incidente a fin di bene. Alla base di una delle commedie sentimentali più graziose e dolci del decennio c’è questo strambo principio delle occasioni perdute e disseminate sotto forma di indizi assurdi. Se non entri subito nella storia, puoi abbandonare la visione seduta stante: perché se non ne concepisci l’elegiaca sobrietà non potrai essere sereno nell’assistere alla furia destinologica di Kate Beckinsale che, specie nella prima mezz’ora, infila un fatalismo dietro l’altro con paranoica assurdità.

Risultati immagini per SERENDIPITY MOVIE

Ti immedesimi in John Cusack, ma poi finisce tutto, in nome del Destino come in un Prévert di ritorno, e, un po’ come in Prima dell’alba, non sapremo mai – sequel permettendo – se si rivedranno. Per fortuna noi qui lo sapremo ben presto, perché il film dura un’ora e mezza e il ritmo è brioso e fluido. Con intelligenza condita con una necessaria dose di furbizia, la regia sa creare le giuste atmosfere (pre)natalizie senza mai scadere in un miele ovvio, servendosi di una sceneggiatura esimia che non lascia nulla al caso (o lascia tutto, dipende dai punti di vista…). E poi c’è New York, galeotta da una vita, serendipità a prescindere.

SERENDIPITY – QUANDO L’AMORE È MAGIA (SERENDIPITY, U.S.A., 2001) di Peter Chelsom, con John Cusack, Kate Beckinsale, Jeremy Piven, Molly Shannon, John Corbett, Bridget Moynahah, Eugene Levy. Commedia sentimentale. ** ½

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...