Il moralista | Giorgio Bianchi (1959)

Satira corrosiva che mette alla berlina l’insostenibile grado di moralismo percepibile nell’Italietta degli anni cinquanta, Il moralista è una interessantissima commedia nera, cinica e beffarda, probabilmente l’opus migliore della carriera del discontinuo Giorgio Bianchi. Non è esattamente un veicolo per il vulcanico protagonista, perché egli compare sì assiduamente, ossessivo, nella prima parte, mentre sfugge, appare e scompare più ritroso nella seconda, per poi esplodere in un pirotecnico finale in cui nessuno ci esce bene moral(istica)mente.

Eppure la sua è una presenza che si respira pesantemente per tutto il corso del film, attraversato dal suo ghigno da stregatto come un inquietante fil rouge. Maschera sgradevole di piccolo e losco figuro di un macabro teatrino, il segretario dell’Organizzazione Internazione della Moralità Pubblica (!) Agostino è impersonato da un Alberto Sordi scatenato, eccezionale nel mettere a segno un altro italiano da dimenticare, faccia da schiaffi e comportamenti da galera, insopportabile esponente del partito trasversale dei “vizi privati e pubbliche virtù”.

Risultati immagini per il moralista

Curioso che il Presidente dell’OIMP sia interpretato da un gustoso Vittorio De Sica: dopotutto, aveva due famiglie e giocava d’azzardo, non esattamente l’esaltazione della morale bigotta ed ipocrita vigente all’epoca. Ma è memorabile anche Franca Valeri, altro lato della dominante ipocrisia.

Il film è uscito l’anno prima de La dolce vita: chissà, se fosse uscito qualche tempo dopo sarebbe stato un altro film. Nel 1959 regnava ancora la dittatura della dissolvenza come segno di malizioso ammiccamento al “lo penso ma non lo dico”. Da accostare nel tono sarcastico a Il vedovo di Dino Risi e nel tema ironico a Totò, Peppino e… la dolce vita di Sergio Corbucci. Un film sottilmente contro, che si distoglie dalla convenzione del momento e si spinge oltre.

IL MORALISTA (Italia, 1959) di Giorgio Bianchi, con Alberto Sordi, Vittorio De Sica, Franca Valeri, Gina Mattarolo, Franco Fabrizi, Mara Berni, Lydia Simoneschi, Vincenzo Talarico, Leopoldo Trieste. Commedia. ***

Un pensiero riguardo “Il moralista | Giorgio Bianchi (1959)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...