Maigret e i gangsters | Gilles Grangier (1963)

Leggere Simenon è un piacere. Ed è uno dei pochi autori che non può lamentarsi delle trasposizioni filmiche dei propri racconti – almeno in linea di massima, salvo eccezioni di pellicole non riuscite o fragili. L’iconografia nazionale del commissario Maigret, il suo personaggio più celebre, è legata alla figura paterna e bonaria di Gino Cervi, eroe del telefilm che la RAI produsse negli anni sessanta. Ma i cinefili hanno nel cuore anche l’altro Maigret, precedente a quello di Cervi: Jean Gabin.

Risultati immagini per maigret voit rouge

Se leggete bene i romanzi di Simenon, Gabin c’azzecca poco con il Maigret, innanzitutto per la differenza di età (il commissario nel corso del ciclo ha tra i 45 e i 55 anni), però ne conserva le caratteristiche fondamentali. L’attore francese è stato Jules Maigret in tre film. Questo Maigret e i gangester è l’ultimo del trittico, forse non il migliore, ma indubbiamente robusto e non privo di un suo fascino suggestivo. Merito di una regia non di rado dinamica e di un cast pertinente. Nonostante la breve durata, qualche fragilità qua e là si trova, una certa convenzionalità nell’intreccio, ma tutto sommato non ci si può lamentare troppo.

MAIGRET E I GANGSTERS (MAIGRET VOIT ROUGE, Francia-Italia, 1963) di Gilles Grangier, con Jean Gabin, Françoise Fabian, Roland Armontel, Paul Frankeur, Vittorio Sanipoli, Michael Constantin, Marcel Bozzuffi. Giallo. **

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...