La colazione dei campioni | Alan Rudolph (1999)

Kurt Vonnegut Jr è un autore di culto per almeno una generazione. La colazione dei campioni è una trasposizione alquanto fiacca, oserei dire anche un po’ forzatamente delirante, in cui la trama non brilla per linearità e finanche per fluidità. La scrittura di Vonnegut, così artefatta, metafisica, originale, sembrerebbe quasi intraducibile in immagini. Qui la questione è semplice: di cosa vuole parlare? Specie la prima parte è abbastanza convulsa, anche un po’ disordinata e confusionaria nello sviluppo narrativa.

breakfast-of-champions-original

In seguito si avvia su un binario (il fulminante incontro tra l’impresario in crisi Dwayne e lo scrittore trasandato Troute), ma sbaglia il colpo ondeggiando in territori inevitabilmente onirici ma per niente efficaci. È un’occasione mancata, anche perché Alan Rudolph scrive e dirige con moscia diligenza e inopinati guizzi. Bruce Willis ed Albert Finney sono sicuramente bravi e lavorano con professionalità, ma l’unico che trae giovamento da questo mediocre film è un grande Nick Nolte, irresistibile quando travestito.

LA COLAZIONE DEI CAMPIONI (BREAKFAST OF CHAMPIONS, U.S.A., 1999) di Alan Rudolph, con Bruce Willis, Albert Finney, Nick Nolte, Glenne Headly, Barbara Hershey, Lukas Haass, Buck Henry. Commedia fantascienza. * ½

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...