One Day | Recensione

Sulla carta, un film come One Day (che ha alla sua origine un fortunato romanzo) si presentava estremamente allettante. Una storia d’amore che si articola lungo vent’anni, raccontata soltanto nell’unico giorno dell’anno (il 15 luglio) che Emma e Dexter, i due protagonisti, hanno scelto per vedersi. In mezzo ci sono una festa di laurea, i lavoretti occasionali di lei, le ubriacature di lui, le avventure sentimentali e sessuali di entrambi, la morte della mamma di lui, un programma di tv spazzatura da lui condotto, un matrimonio, una bambina.

Nel passaggio sul grande schermo il film ha punti di forza pari ai punti deboli. Tanto è ben sviluppata la tormentata ed infelice storia d’amore dei due protagonisti quanto non si riesce a sentire davvero l’afflato romantico della vicenda con costante passione (e questo per un mèlo è imperdonabile). Malgrado Emma e Dexter entrino nel nostro cuore, non si è stati capaci di rendere indimenticabile una storia che aveva tutto (ma proprio tutto) per essere un classico del genere.

Risultati immagini per one day

È limitante il meccanismo alla base del film? No, c’erano già stati Lo stesso giorno, il prossimo anno e Tutti gli anni una volta all’anno ad usare il pretesto, ma è come se il vero interesse sia rivolto a tutti gli altri trecentosessantaquattro giorni di ogni anno. E poi manca una vera aria del tempo: il film parte nel 1988 e finisce vent’anni dopo, ma a parte qualche riferimento piazzato distrattamente (perfino la prima di Jurrasic Park) sembra che la dimensione narrativa sia fuori dal tempo (ma non penso fosse questo l’obiettivo).

In ogni caso il film è discretamente dignitoso, tristissimo in molti passaggi (il regalo a mamma Patricia Clarkson in fin di vita) e tenero non di rado, ma il merito è soprattutto della straziante colonna sonora di Rachel Portman e delle prove dei due protagonisti (di corredo c’è una sprecatissima Romola Garai): la struggente Anne Hathaway è una conferma che conferisce ragione e sentimento ad Emma mentre Jim Sturgess sorprenderà molti col suo fascinoso e disperato Dexter (in cui molti maschi s’identificheranno, compreso il sottoscritto).

ONE DAY (U.S.A.-G.B., 2011) di Lone Scherfing, con Anne Hathaway, Jim Sturgess, Romola Garai, Rafe Spall, Ken Stott, Patricia Clarkson, Toby Regbo. Mélo. **

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...