Mery per sempre | Marco Risi (1989)

L’insegnante Marco Terzi accetta l’ingrato compito di docente nel riformatorio Malaspina di Palermo. Qui sperimenta il suo metodo antiautoritario e democratico, scoprendo nei ragazzi devianti e sbandati la dimensione della dignità: in particolare impara a conoscere il capobanda Natale, orfano di padre ucciso dalla mafia; Pietro, giovane delinquentello che entra ed esce dal riformatorio; e Mario, o Mery, travestito ed effeminato, che lo turberà profondamente.

Primo film serio e disturbante del figlio d’arte Marco Risi, dopo tre trascurabili commedie con Jerry Calà e la notevole commedia drammatica Soldati 365 all’alba in cui s’annidava già il problema che muove Mery per sempre: la maturazione in un contesto problematico. Primo film che entra nelle mura soffocanti e infami del carcere minorile, tratto dal libro omonimo di Aurelio Grimaldi, è uno straziante e duro pugno nello stomaco, necessario come un’inchiesta giornalistica condotta con intelligenza, giusto come una buona azione, scomodo come una realtà a cui non si vuole credere.

Risultati immagini per mery per sempre film

I secondini che pestano il ragazzo che ha appena violentato una collaboratrice del carcere, rispondendo violenza alla violenza, stanno lì proprio a significare l’urgenza e l’angoscia del film. Stefano Rulli e Sandro Petraglia fanno il loro col solito corretto lavoro di coinvolgimento, partecipazione ed empatia con un pubblico disponibile al trauma, ma vanno evidenziati il serrato montaggio di Claudio Di Mauro, le scarne scenografie di Massimo Spano, l’appassionato commento musicale di Giancarlo Bigazzi.

Reduce da La piovra, Michele Placido in stato di grazia lavora di sottrazione; gli reggono degnamente lo strascico il fiero e dolente Francesco Benigno, il complesso e rapace Claudio Amendola e lo straordinario (straordinaria) Alessandro Di Sanzo in un ruolo memorabile. Ha un ideale seguito nel meno risolto Ragazzi fuori, che conserva buona parte della iconica galleria di facce.

MERY PER SEMPRE (Italia, 1989) di Marco Risi, con Michele Placido, Claudio Amendola, Francesco Benigno, Alessandro Di Sanzo, Tony Sperandeo, Giovanni Alamia, Luigi Maria Burruano, Alfredo Li Bassi, Gianluca Favilla. Drammatico. *** ½

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...