Sette giorni a maggio | John Frankenheimer (1964)

Curioso come si possa ambientare un film al futuro con così grande semplicità. È uno di quei rari casi in cui il futurismo messo in scena è puramente evocativo e simbolico, e non rappresentato attraverso un buffo e fasullo progresso tecnologico. È già tanto che il duello tra il generale Scott e il presidente non si svolga sulla Luna. Le questioni sono troppo terrene per essere soggette ad elaborate contestualizzazioni “fantascientifiche”.

La paura che l’era nucleare (così la chiama il presidente Jordan) possa manifestare la sua crudeltà nel modo più estremo è il tema di fondo di questo robusto ed efficace thriller politico. Si svolge nel 1980 (girato sedici anni prima), ma la dimensione temporale più effettiva (e quella che maggiormente interessa) non è epocale, quanto settimanale: l’intera vicenda si districa attraverso sette giorni di un maggio ad alta tensione, nei quali succede di tutto tra complotti e cospirazioni, finti omicidi e sequestri, depistaggi e riunioni segrete.

Risultati immagini per seven days in may 1964

Il pubblico liberal non può che patteggiare col pacifista presidente (di cui ignoriamo il colore politico, ma si sospetta sia democrat) che cerca di risolvere la questione russa e non può non opporsi alle macchinazioni granitiche del generale: l’epilogo, a favore del primo, vorrebbe anche essere profetico. Così come l’intero film tentò di riflettere sulle conseguenze che si sarebbero potute rivelare in quel clima di guerra fredda.

Sulla scia del suo Va’ e uccidi e in parallelo con A prova di errore, Frankenheimer continua a coniugare lo spettacolo e la politica, la tensione e l’attualità. Notevole apporto di un cast pertinente, in cui spiccano il febbrile presidente di Fredric March e il possente ed inquietante generale di Burt Lancaster, senza dimenticare la sfuggente partecipazione di Ava Gardner e Kirk Douglas, Edmond O’Brien e Martin Balsam assai convincenti.

SETTE GIORNI A MAGGIO (SEVEN DAYS IN MAY, U.S.A., 1964) di John Frankenheimer, con Burt Lancaster, Kirk Douglas, Fredric March, Ava Gardner, Edmond O’Brien, Martin Balsam, Andrew Duggan, Hugh Marlowe. Thriller drammatico. *** ½

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...