Recensione: 2 gran figli di…

2 GRAN FIGLI DI… (FATHER FIGURES, U.S.A., 2017) di Lawrence Sher, con Owen Wilson, Ed Helms, Glenn Close, Terry Bradshaw, J.K. Simmons, Christopher Walken, Ving Rhames, June Squibb. Commedia. * ½

Il solito ammiccamento pecoreccio della distribuzione italiana nasconde il riferimento del titolo originale di 2 gran figli di…. Porre l’accento sull’animo libertino della madre dei protagonisti – strizzando l’occhio ad un classico ed ormai depotenziato insulto gergale – sembra voler eclissare le figure paterne convocate in origine. Praticamente una radiografia sulla fruizione nostrana di questo tipo di commedia americana: meglio sottolineare l’infinita adolescenza mentale dei suoi personaggi che tradurre il loro bisogno di radici.

Con la scelta di un approccio semplicistico, lo spunto – per quanto convenzionale e risaputo – rivela tutta la sua difficoltà di trattazione: dopo che la madre comunica loro che il babbo non è morto ma è semplicemente ignoto per via di una certa dissolutezza praticata dalla signora negli anni settanta, due gemelli ultraquarantenni si mettono comunque alla sua ricerca seguendo tracce poco solide ma che rispondono ad esigenze molto intime.

Risultati immagini per father figures film

Come in altre commedie dall’ambizione molto mainstream come Parto col folle e 40 sono i nuovi 20, l’opera prima del direttore della fotografia Lawrence Sher rimette al centro del discorso la figura del padre come questione fondamentale nel riconnettere passato e futuro, in un momento storico in cui la nazione non riesce più a trovare dei riferimenti in grado di guidare un percorso di crescita. Il problema è che il tema sarebbe pure abbastanza arduo se non fosse così banalizzato.

Uno dei tanti problemi di 2 gran figli di… è l’inadeguatezza con cui transvola il genere senza mai davvero incidere nel demenziale, come lascia intendere il folle segmento con J.K. Simmons, preferendo un approccio il più generalista e paraculo possibile, laddove la comicità (anche involontaria) sembra non reggere il peso del mancato melodramma collimante nella sfuggente figura materna. Purtroppo gli stessi protagonisti non sembrano a proprio agio e sembrano aspettare solo che finisca “il viaggio più importante della meta”.

Un pensiero riguardo “Recensione: 2 gran figli di…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...