Venezia 74 | Recensione: Escobar – Il fascino del male (Loving Pablo)

Ancora al cinema.

BY LORENZO CIOFANI

LOVING PABLO (ESCOBAR, Spagna-Bulgaria, 2017) di Fernando León de Aranoa, con Javier Bardem, Penélope Cruz, Peter Sarsgaard, Julieth Restrepo, David Ojalvo. Biografico drammatico gangster. * ½

Escobar, aredaje. Cos’altro si può dire a riguardo dopo Narcos, e, seppur in misura minore, anche dopo l’Escobar di Andrea Di Stefano con Benicio del Toro? È ovvio: la parabola di ascesa e declino del narcotrafficante è l’ultimo grande romanzo popolare e criminale della Colombia e forse dell’America latina, una storia talmente magmatica, complessa, unica da meritare più di una reinterpretazione.

Risultati immagini per escobar bardemIl problema di Loving Pablo è palese già dal titolo scelto per la distribuzione internazionale (che elimina metà del titolo del libro autobiografico alla base, ovvero Hating Escobar): raccontato dal punto di vista dell’amante giornalista e star televisiva, vuole essere filtrato dal suo sguardo prima innamorato e poi comunque innamorato ma consapevole del male. Benché non veicoli un messaggio…

View original post 219 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...