Venezia 76 | Recensione: Vivere

VIVERE (Italia, 2019) di Francesca Archibugi, con Micaela Ramazzotti, Adriano Giannini, Marcello Fonte, Massimo Ghini, Roisin O’Donovan, Andrea Calligari, Elisa Miccoli, Enrico Montesano. Commedia. **

Da La pazza gioia in poi, la collaborazione tra Francesca Archibugi e Paolo Virzì si è fatta quasi sistematica. Con Francesco Piccolo, hanno scritto il semi-autobiografico Notti magiche per la regia di Virzì e ora, per la regia di Archibugi, il trio si è riproposto con questo Vivere, interpretato da Micaela Ramazzotti, peraltro moglie del livornese e già in Il nome del figlio diretto dalla regista romana. Virzì e Archibugi, amici da trent’anni, sono, assieme a Francesco Bruni, gli allievi prediletti di Furio Scarpelli, nonché coloro che meglio di tutti adattano alla contemporaneità lo spirito della commedia all’italiana.

Risultati immagini per vivere archibugi

Tuttavia, se La pazza gioia era un mezzo miracolo e Notti magiche peccava di autoreferenzialità pur essendo, ai miei occhi, davvero interessante per vari motivi, Vivere ha qualche problema di troppo, simbolizzati dalla scelta di un titolo tanto ambizioso ed evocativo quanto pigro e scontato. Nelle intenzioni, come suggeriva il titolo di lavorazione Un anno in Italia, avrebbe dovuto essere un romanzo sull’Italia di oggi attraverso le vicende di una famiglia più espansa che allargata. Anzi, su Roma.

Già, Roma. Perché, in fondo, il nostro cinema romanocentrico, pieno di attori, registi e maestranzi romani, non si occupa mai davvero di Roma se non sulla superficie dello sfondo, della cadenza, della chiusura entro i limiti del Gra. A parte La grande bellezza che fa caso a sé, Roma devi scoprirla negli anfratti di film che parlano apparentemente d’altro. Archibugi e Virzì hanno provato, spesso felicemente, a leggerla: lei con il ceto medio di Mignon è partita e la borghesia di Lezioni di volo e Il nome del figlio, lui con i villeggianti di Ferie d’agosto e l’affresco di Caterina va in città.

La Roma di Vivere ha almeno due prospettive. La prima è quella del quartiere Axa, con le villette tutte uguali, in una delle quali abitano i due protagonisti: lei insegna danza a signore con qualche chilo di troppo, lui produce fake news. Hanno una figlia che soffre di una brutta asma e ospitano una ragazza irlandese. La seconda è quella della borghesia ipocrita e ammanicata dei quartieri alti, dove abita la prima moglie del giornalista, figlia di un potente avvocato che agisce nell’ombra, un po’ Cesare Previti e un po’ Franco Coppi.

Il proposito è di costruire l’affresco collettivo di una Capitale in cui convivono giovani pariolini che pippano al bowling e mamme che non ce la fanno a stare appresso a tutto, pseudo-intellettuali egoisti un po’ cialtroni dediti all’industria delle bufale e potenti che comandano e nascondono segreti inconfessabili. Tutto filtrato dagli occhi della ragazza irlandese che scopre la vita dentro questo contesto, arrivando infine a dire che, in fondo, è davvero un “country demmerda”.

Risultati immagini per vivere archibugi

Vivere aggiunge poco al cinema di Archibugi, ultimamente approdata al piccolo schermo con l’ottimo Romanzo famigliare. Strizza l’occhio al ceto medio riflessivo, pubblico di riferimento di una commedia del genere, e dimostra qualche ambizione più alta del solito. Purtroppo una sceneggiatura vagamente prevedibile non sostiene bene lo sguardo della regista, riducendo certi passaggi a un eccesso di meccanicità e intrappolando nelle metafore alcuni comprimari: ma se Enrico Montesano in quattro apparizioni ci trasmette la voglia di sapere di più del suo oscuro personaggio, Marcello Fonte non ha ancore le spalle forti per un ruolo così a rischio di bozzetto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...