Recensione: Vox Lux

Un anno dopo Venezia 75, esce in sala il secondo film di Brady Corbet

BY LORENZO CIOFANI

VOX LUX (U.S.A., 2018) di Brady Corbet, con Natalie Portman, Jude Law, Stacy Martin, Raffey Cassidy, Christopher Abbott, Jennifer Ehle. Drammatico. ** ½

L’inizio è folgorante: è il 1999, siamo in una scuola ed assistiamo ad una sparatoria nella soggettiva del killer. Punta una ragazza, Celeste, le spara. Lei sopravvive e, per elaborare il trauma, scrive una canzone insieme alla sorella, con la quale ha un’intesa molto forte. Passano gli anni, con quel nome non poteva che diventare una popstar, talmente famosa che alcuni terroristi compiono un attentato mascherati come nel suo video più famoso.

Risultati immagini per vox lux

La voce narrante ci accompagna lungo una narrazione romanzesca (prologo, due atti, finale), ma la struttura è più vicina al teorema, tant’è che quella stessa voce finisce per spiegare tutto, tanto, troppo, come un glossatore impegnato a postillare dove la narrazione sembra aver bisogno di qualcosa che le immagini forse non riescono a trasmettere…

View original post 527 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...