Festa del Cinema di Roma 2019 | Recensione: The Aeronauts

THE AERONAUTS (G.B., 2019) di Tom Harper, con Felicity Jones, Eddie Redmayne, Phoebe Fox, Himesh Patel, Vincent Perez, Anne Reid, Tom Courtenay. Biografico drammatico avventura. ** ½

Dovere dei biopic è anche quello di rievocare figure fondamentali ma forse un po’ dimenticate, con l’obiettivo di restituire il senso di imprese e vite fuori dall’ordinario. Per di più, quando si è alle prese con questi personaggi vagamente trascurati, il biopic si presta ad essere spazio di manovra ove “insaporire” la carne della storia, immaginare modi per sviluppare i fatti in senso spettacolare. Diventando, di fatto, una modalità di racconto in cui la biografia è uno strumento.

The Aeronauts è un esempio perfetto di questa tendenza. Al centro c’è James Glaisher, scienziato, meteorologo, aeronauta e astronomo inglese che, grazie a un pionieristico volo in mongolfiera, riuscì a scoprire la composizione dell’atmosfera. Ma, al posto di Henry Coxwell, il reale compagno di viaggio che di fatto salvò la vita allo studioso a oltre diecimila metri di altezza, viene creato un personaggio femminile: la pilota Amelia Wren, che ha perso il marito e collega proprio in una spedizione.

Risultati immagini per the aeronauts film

Un po’ per assecondare le quote rosa e un po’ per arricchire la matassa romanzesca di presunte suggestioni romantiche ed equilibri di gender, il film si concentra sul confronto tra la spericolata e volitiva Amelia e il timido e bislacco James, e più si sale in alto e più si rincorrono i flashback: lei è perseguitata dal fantasma del marito, lui dalla mancanza di fiducia da parte degli altri (famiglia compresa) e dallo scetticismo della comunità scientifica.

Superproduzione da ottanta milioni, The Aeronauts è una piacevole avventura in alta quota che sfida la logica quasi avvicinandosi alle traiettorie narrative dei supereroi, non trasmettendo tuttavia mai davvero il senso dell’avventuroso e la paura che possa finire male. Dove non arrivano l’empatia e la razionalità ci sono però l’adesione al canone del feel good movie e una radicata fiducia nei confronti delle possibilità del grande schermo. Si ricostituisce la coppia dello stucchevole La teoria del tutto: se Felicity Jones si conferma attrice davvero poliedrica, Eddie Redmayne è il caso che sviluppi il proprio catalogo di smorfie.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...