Recensione: L’ufficiale e la spia

BY LORENZO CIOFANI

L’UFFICIALE E LA SPIA (J’ACCUSE, Francia-Italia, 2019) di Roman Polański, con Jean Dujardin, Louis Garrel, François Damiens, Emmanuelle Seigner, Grégory Gadebois, Mathieu Amalric, Melvil Poupaud. Storico drammatico. ****

Je suis Dreyfus. Oppure: Dreyfus c’èst moi. E lo stesso Roman Polański a dircelo. O perlomeno a indicarlo col dito. D’altronde non è difficile leggere nella filigrana del celebre caso le coordinate della vicenda giudiziaria dell’autore. Come si sa, il capitano Alfred Dreyfus, condannato per aver passato segreti militare all’impero tedesco, fu accusato ingiustamente in quanto tra i pochi ebrei nell’esercito francese. Solo l’impegno dell’ufficiale Georges Picquart permise al militare, dopo un decennio di lotta, di essere scagionato e liberato.

J’Accuse (che in Italia uscirà con il più asettico titolo L’ufficiale e la spia, traduzione di quello utilizzato dal mercato internazionale: come se quell’espressione resa celebre da Emile Zola non fosse già nell’immaginario e nei libri di storia proprio per…

View original post 331 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...