Restare a casa/ Il mio vicino Totoro su Netflix

BY LORENZO CIOFANI

La canzoncina che si ode sui titoli di testa è tutto un programma: «Totoro To-To!» (il resto non me lo ricordo, se non altro perché in idioma a me sconosciuto… ma il ritmo è strepitoso e rimane in testa per molto tempo!). L’immaginifico miyazakiano si rifà materia in questo lungometraggio animato di rara sensibilità.

I deus ex machina di una storia così dolce e delicata sono semplici e al contempo articolati: c’è l’amore per la natura, non solo effettiva ma anche nascente dalla fantasia; c’è la paura del distacco dai punti di riferimento dell’infanzia (una mamma malata e un padre che lavora); c’è la scoperta di nuove creature verso le quali veicolano il desiderio di conoscenza degli spiriti puri (le bambine) e la voglia di liberare il proprio bisogno di esprimersi; c’è la liricità di un ambiente idilliaco e lontano dal comune.

Risultati immagini per tonari no totoro

E c’è molto altro. Il mio vicino…

View original post 148 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...