Il Cinema Ritrovato 2019 – day by day / giorno 4

Martedì 25 giugno   Ore 9:00. Ancora la retrospettiva “Siamo gli indigeni della Trizonia”, sul cinema della Germania Ovest dell’immediato dopoguerra. E ancora Helmut Käutner, supremo e inconfondibile sceneggiatore di Film ohne titel (Film senza titolo), diretto da Rudolf Jugert. Prima di Henriette di Julien Duvivier, una commedia teorica sull’arte e la tecnica dello scrivere… Read More Il Cinema Ritrovato 2019 – day by day / giorno 4

La banda Casaroli | Florestano Vancini (1962)

Un’altra lettura del passato recente, della violenza urbana di un rigurgito fascista perpetrata da un gruppo di giovani nostalgici impegnati in eclatanti rapine e delitti gratuiti. Oltre ad apparire ancora di una sconcertante modernità estetica, questa catabasi nebbiosa in una Bologna fredda come mai evoca con rara nettezza lo smarrimento del dopoguerra dei vinti, degli espatriati, dei revanscisti.… Read More La banda Casaroli | Florestano Vancini (1962)

13° Biografilm Festival | Recensione: Nobili bugie

NOBILI BUGIE (Italia, 2017) di Antonio Pisu, con Claudia Cardinale, Raffaele Pisu, Ivano Marescotti, Giancarlo Giannini, Tiziana Foschi, Nini Salerno, Paolo Rossi. Commedia. ** Mentre imperversa la seconda guerra mondiale, gli anziani duchi Martellini, genitori di un cinquantenne svanito, vivono la propria decadenza economica sui colli bolognesi, circondati da una piccola e bizzarra servitù, rispettando… Read More 13° Biografilm Festival | Recensione: Nobili bugie

13° Biografilm Festival | Recensione: Io danzerò (La danseuse)

Pioniera della danza contemporanea, capace di rivoluzionare il panorama artistico con le sue performance vorticose ed elettriche, la figura di Loïe Fuller, che catalizzò l’attenzione anche alle origini del cinema per l’impatto spettacolare della sua opera, diventa protagonista di una biografia romanzata.… Read More 13° Biografilm Festival | Recensione: Io danzerò (La danseuse)

12° Biografilm Festival | Recensione: Porno & libertà

PORNO & LIBERTÀ (Italia, 2016) di Carmine Amoroso, con Riccardo Schicchi, Lasse Braun, Ilona Staller, Giuliana Gamba, Giampiero Mughini, Lidia Ravera, Marco Pannella, Helena Velana, Achille Bonito Oliva, Vincenzo Sparagna. Documentario. *** La pornografia come via per uscire dall’oscurantismo, dall’ipocrisia, dal bigottismo. L’eccesso della visione e dell’esperienza per andare oltre i limiti imposti da una… Read More 12° Biografilm Festival | Recensione: Porno & libertà

Incontri proibiti | Alberto Sordi (1998)

L’epilogo professionale di Alberto Sordi è stato forse uno dei più tristi in assoluto della storia del cinema italiano. Anziché lasciarsi dirigere da registi che sapevano girare come cristo comanda (Ettore Scola in Romanzo di un giovane povero, ma anche Luigi Magni con In nome del popolo sovrano) o comunque da onesti artigiani che in qualche modo… Read More Incontri proibiti | Alberto Sordi (1998)

Il cuore altrove | Pupi Avati (2003)

Sui titoli di testa scorrono le vecchie immagini di una città che vive, ormai, solo nella memoria di qualche persona: è una Bologna perduta, idealizzata, trasfigurata, presenza-assenza fondamentale nel cinema di Pupi Avati, evocata sovente sin dalle prime battute dei suoi lavori. La città delle due torri è il teatro della delicata ed intensa storia… Read More Il cuore altrove | Pupi Avati (2003)

Quo vadis, baby? | Gabriele Salvatores (2005)

Pochi registi italiani affermati rischiano davvero, ancora di meno sono quelli che possono permettersi il lusso di sperimentare. Gabriele Salvatores è uno di questi, perché le sue soddisfazioni nel corso della carriera se l’è tolte (compreso un Oscar concesso forse leggermente). Qui è alle prese con un giallo, genere che gli mancava finora, tratto dal… Read More Quo vadis, baby? | Gabriele Salvatores (2005)

Dichiarazioni d’amore | Pupi Avati (1994)

Basandosi sullo stesso principio del quasi-capolavoro del suo autore, ossia Una gita scolastica (abitato da quel Carlo Delle Piane qui presente più come presenza che altro), cioè partire da un presente non del tutto soddisfacente per tornare ai ricordi del passato, Dichiarazioni d’amore non può considerarsi allo stesso modo del tutto riuscito per la mancanza dell’equilibrio tra passato e… Read More Dichiarazioni d’amore | Pupi Avati (1994)

Matrimoni | Cristina Comencini (1998)

Il genere in cui meglio sguazza la figlia più celebre di Luigi Comencini è la commedia famigliare, quel tipo di storia che si concentra su un microcosmo particolare al contempo anche universale, ragionando più sulle piccole cose che nascondono grandi problemi, riuscendo a fornire un ritrattino che ha come massima ambizione quella di raccontare una… Read More Matrimoni | Cristina Comencini (1998)

Una gita scolastica | Pupi Avati (1983)

Alla base del cinema di Pupi Avati c’è la questione del tempo. Spesso le storie di Avati sono racchiuse in un’unità di tempo breve: la partita a poker di Regalo di Natale (ma anche de La rivincita di Natale), la Festa di laurea, il non-tempo di Una sconfinata giovinezza e così via. Guardando Una gita scolastica, uno dei film più sereni del… Read More Una gita scolastica | Pupi Avati (1983)