Recensione: Rocketman

L’unico torto – se proprio vogliamo chiamarlo così – di Rocketman è l’essere arrivato dopo Bohemian Rhapsody. Sconta, così, il fatto di essere il secondo del mazzo, quando, in realtà, l’esplosivo biopic su Elton John non è solo migliore – per compattezza, scrittura, autenticità – di quello edulcorato e moralista su Freddie Mercury, ma è anche un’operazione intelligente per la capacità di aderire anima e corpo ad un genere. Che è il musical.… Read More Recensione: Rocketman

Recensione: Achille Tarallo

Dopo una decina di lavori tra lunghi, corti e documentari, Capuano spiazza come se stesse alle prese con un’altra opera prima, così consapevole di dover parlare la lingua interiore dei suoi personaggi da dover ripensare il proprio approccio con una libertà disarmante, quasi anarchica.… Read More Recensione: Achille Tarallo

12° Biografilm Festival | Recensione: Elvis & Nixon

Come in’opera buffa, attraverso le maschere del potere (l’intrattenimento è politica e viceversa: l’uno soccorre e alimenta le carenze dell’altro), Spacey e Shannon sanno suggerire bene la latente alienazione di due personaggi dei quali si sa di tutto ma non tutto: questo film immagina, con i codici della commedia di parola, un’ipotesi di verità nel crinale in cui la storia ha scelto di sedersi a guardare ciò che sarebbe potuto accadere (o che forse è accaduto).… Read More 12° Biografilm Festival | Recensione: Elvis & Nixon

La cicala | Alberto Lattuada (1980)

Cosa può il melodramma puro negli anni ottanta, all’alba della lunga serialità televisiva, del lento indebolimento dei generi classici se non in ottica intellettuale, del benessere diffuso? Può tornare alle origini, cioè eccedendo in tutto, fregandosene delle verosimiglianze, giocando con la perversione nei contenuti e con il rinnovamento tecnico nella forma. Lattuada non amava La cicala.… Read More La cicala | Alberto Lattuada (1980)

Guardia del corpo | Mick Jackson (1992)

In origine, il Bodyguard in questione sarebbe dovuto essere Steve McQueen. Poi il progetto, scritto dall’allora giovanissimo Lawrence Kasdan, si è perso negli inestricabili meandri di Hollywood e, a metà degli anni novanta, quando ormai il vecchio Steve non era più tra noi da molto tempo, la palla è passata a Kevin Costner. Guidato da Mick Jackson,… Read More Guardia del corpo | Mick Jackson (1992)

Dietro i candelabri | Recensione

con i meriti da spartire tra la regia intima ed esperta di Steven Soderbergh e la sceneggiatura melodrammatica di Richard LaGravanese, il film riesce a ricostruire un momento della vita di Liberace in modo abbastanza efficace e lineare, vuoi anche per le ovvie necessità del committente televisivo, senza negarsi, con una certa perfidia, un sottotesto a tratti, chiamiamolo così, “mélo-horror”.… Read More Dietro i candelabri | Recensione

Tutti i santi giorni | Recensione

TUTTI I SANTI GIORNI (Italia, 2012) di Paolo Virzì, con Luca Marinelli, Thony, Micol Azzurro, Frank Crudele, Claudio Pallitto, Fabio Gismondi, Benedetta Barzini. Commedia. ** ½ L’esordio di Paolo Virzì, che resta a tutt’oggi il miglior regista in attività di commedie in Italia, risale a ormai diciotto anni fa, quando debuttò con l’agrodolce La bella… Read More Tutti i santi giorni | Recensione

This Must Be The Place | Recensione

THIS MUST BE THE PLACE (Italia-Francia-Irlanda, 2011) di Paolo Sorrentino, con Sean Penn, Frances McDormand, Harry Dean Stanton, Judd Hirsh, Eve Hewson, Kerry Condon, David Byrne. Drammatico. *** ½ Così come le cene di pesce e i concerti paesani di Tony Pisapia (L’uomo in più), così come lo stetoscopio sulla porta e l’immersione nel cemento… Read More This Must Be The Place | Recensione

Accordi e disaccordi | Woody Allen (1999)

Sulla scia di Zelig, si è detto, nel suo indagare sulla vita fasulla di un personaggio verosimilmente irreale. Ma non è un accostamento azzeccatissimo, così come non lo è con Prendi i soldi e scappa. Se lì c’era quasi la simbiosi tra interprete e personaggio, una sorta di falsa autobiografia – meglio ancora un autoritratto traviato –… Read More Accordi e disaccordi | Woody Allen (1999)

Rita la zanzara | Lina Wertmuller (1966)

È probabilmente il miglior musicarello realizzato nel periodo per una serie di motivi non proprio scontati. Oggi guarderemmo con diffidenza un film che sfrutta un successo televisivo, figuriamoci poi un film in cui si sfruttano più successi derivati dalla televisione (che all’epoca era più che altro vista come concorrenza vera e propria al mezzo cinematografico).… Read More Rita la zanzara | Lina Wertmuller (1966)

Retrò | Liscio (2006)

È proprio come una ballata di liscio in una balera romagnola. Né travolgente, né ributtante. Un atto passabile, talora anche divertente. Liscio ha appunto la grazia delle piccole cose, senza infamia e senza lode, privo di pretese sociologiche. La storia è carina, è un’educazione sentimentale che strizza l’occhio (e solo questo) a I 400 colpi di Truffaut, anche per… Read More Retrò | Liscio (2006)

Callas Forever | Franco Zeffirelli (2002)

Zeffirelli era amico della divina Maria. Piuttosto intimo. D’altronde è stato non di rado il suo regista, e dio solo sa quanta fiducia ripongano le dive in certi registi: si sentono in buone mani, e non cercano altro. Ma erano le mani migliori quelle di Zeffirelli per immortalare il percorso artistico crepuscolare della Callas? Era… Read More Callas Forever | Franco Zeffirelli (2002)

Sono pazzo di Iris Blond | Carlo Verdone (1996)

Uomo un po’ demoralizzato ritrova la voglia di ributtarsi nella mischia dopo aver conosciuto una vulcanica ragazza. Più che un film di Carlo Verdone, Sono pazzo di Iris Blond vale per l’ottima prova di Claudia Gerini. Sarà che la storia, pur girando intorno al personaggio maschile, è maggiormente interessata allo sviluppo delle dinamiche del contraltare femminile. Scritto… Read More Sono pazzo di Iris Blond | Carlo Verdone (1996)

Tacchi a spillo | Pedro Almodóvar (1991)

Col passo sospeso ed appassionato del melodramma, colorato da tinte cromatiche incandescenti ed intense, Pedro Almodóvar costruisce un imprevedibile thriller sentimentale servendosi di luoghi comuni e stereotipi con raffinata maestria. Componente indispensabile nella messa in scena di questo giallo d’amore: una neanche troppo banale o fuori luogo ironia di fondo, che striscia sottile e perversa… Read More Tacchi a spillo | Pedro Almodóvar (1991)