L’ascesa | Larisa Shepitko (1977)

pubblicato su Cinefilia ritrovata il 2 settembre 2018 L’ascesa è uno dei quattro film di Larisa Shepitko, regista sovietica prematuramente scomparsa nel 1979, due anni dopo aver vinto l’Orso d’Oro a Berlino con questo dramma antimilitarista, a cui un film alquanto fortunato come Va’ e vedi deve più di qualcosa. Tratto dal racconto Sotnikov di Vasilij Bikov, è la storia,… Read More L’ascesa | Larisa Shepitko (1977)

Inediti/ Closeness (Tesnota) | Kantemir Balagov (2017)

Patrocinata da Aleksandr Sokurov, è l’opera prima di Kantemir Balagov, allievo ventisettenne del maestro russo, che ha folgorato il Festival di Cannes del 2017. Un inesorabile dramma sulla chiusura (familiare, sociale, culturale) che attraverso il MacGuffin del rapimento svela il delirio di un’enclave al crocevia della propria angoscia de-formativa.

Read More Inediti/ Closeness (Tesnota) | Kantemir Balagov (2017)

14° Biografilm Festival | Recensione: Summer (Leto)

Chi non l’ha apprezzato ne ha evidenziato il disinteresse nei confronti nella storia, la superficialità nel trattare l’oggetto musicale, i virtuosismi di una regia estetizzante, l’occasione mancata di fabbricare l’epos di eroi “giovani e belli”. Obiezioni talvolta non prive di fondamento, ma che potrebbero essere tranquillamente ribaltate.… Read More 14° Biografilm Festival | Recensione: Summer (Leto)

Recensione: Loveless

Alyosha soffre. Nessuno sembra accorgersi di lui. È nel crinale tra infanzia e adolescenza, ma non è questo il punto. I genitori si stanno lasciando. E male. Si odiano, o forse non si sono mai amati e, finito il percorso per emanciparsi dal passato ed esercitare le esigenze della carne, hanno deciso di chiudere con la vita. Peccato che quella vita, quel matrimonio, abbia generato un figlio, quasi un intralcio, un impiastro. Come rivendicare il dovere d’essere quando attorno tutto nega la tua possibilità di poter essere?… Read More Recensione: Loveless

Arsenale | Aleksandr Petrovic (1929)

Corri verso l’Arsenale, ma è proprio Arsenale a correre più forte. Con un ritmo serratissimo, procede a marce forzate riuscendo a colpire l’occhio della madre… no, quello era La corazzata Potemkin, non c’entra niente. No, invece c’entra. La matrice è la stessa, l’impostazione pure. È un susseguirsi di immagini potentissime, rigorosamente mute perché al dolore non si può dar… Read More Arsenale | Aleksandr Petrovic (1929)

Oci ciornie | Nikita Mikhalkov (1987)

Nikita Mikhalkov orchestra con graziosa eleganza una buffa commedia sulle malinconiche gioie dei sentimenti. Affidandosi cecamente ad un Marcello Mastroianni di meravigliosa letizia (che per questo uomo adorabile e bugiardo fu candidato agli Oscar e vinse una valanga di premi) – senza dimenticare la presenza folgorante di Elena Safonova e il clamoroso ritorno sulle scene… Read More Oci ciornie | Nikita Mikhalkov (1987)