Venezia 76 | Recensione: Madre

Talento indiscusso del cinema spagnolo, a questo punto tra gli autori under 40 più importanti del continente europeo, Rodrigo Sorogoyen si ritrova in concorso a Orizzonti, sezione sulla carta dedicata alle nuove tendenze, quando avrebbe meritato senza troppi giri un posto nel concorso ufficiale. Anche perché, al di là delle lodi, il suo Madre è l’espansione di un cortometraggio che ha vinto il Goya ed è stato candidato agli Oscar.… Read More Venezia 76 | Recensione: Madre

Inediti/ El reino | Rodrigo Sorogoyen (2018)

A partire da un contesto apparentemente piccolo eppure emblematico per una capacità allegorica di per sé paradigmatica, El reino racconta la caduta di un mondo, la trenodia di una nazione (quella spagnola) travolta dalla cupidigia, rivolgendo lo sguardo al recente passato e senza mai specificare di quale partito si tratti.… Read More Inediti/ El reino | Rodrigo Sorogoyen (2018)

Recensione: Dolor y Gloria

Come Gli abbracci spezzati, ma abbracciando più esplicitamente quell’autofiction qui citata come qualcosa di invasivo e pericoloso perché mica tutti vogliono riconoscersi nelle storie? Eppure è proprio grazie al riconoscimento che spicca il volo nel melodramma più incandescente e struggente. E non lo fa da subito, quando preferisce giocare tra il ripensamento del passato e la fatica del presente.… Read More Recensione: Dolor y Gloria

Festival del Cinema Spagnolo 2019 | Recensione: Mudar la piel

Questo family affair trova una dimensione da spy story piuttosto intrigante perché fondata su un intreccio di memoria personale (fondamentali gli interventi della moglie Frauke) e rievocazione storica (per gli amanti del genere: che delizia quel raccoglitore di articoli!), filmati di repertorio e foto inedite che avrebbero potuto scatenare reazioni scomposte, verità e finzione.… Read More Festival del Cinema Spagnolo 2019 | Recensione: Mudar la piel

Festival del Cinema Spagnolo 2019 | Recensione: Las distancias

Le distanze ci informano che siamo fragili, dice una bella canzone che pare essere una delle chiose migliori per commentare Las distancias, secondo lungometraggio di Elena Trapé che ha vinto il primo premio al Festival di Málaga del 2018. In prima battuta, la storia di un viaggio: una donna, due uomini e la compagna di uno di loro si recano da Barcellona a Berlino per fare una sorpresa ad un amico trasferitosi lì per lavoro.… Read More Festival del Cinema Spagnolo 2019 | Recensione: Las distancias

Recensione: Chi canterà per te?

Lila è stata una popstar sul tetto del mondo ma non canta più da dieci anni, sviene in acqua, perde la memoria, tant’è che non si riconosce nella foto di se stessa. Cosa fare con l’imminente rentrée, organizzata per pagare i debiti accumulati nel periodo di silenzio? Bel problema. Finché Blanca, la fidata assistente, scova in un karaoke una certa Violeta, che canta e si muove come Lila: pare proprio lei.… Read More Recensione: Chi canterà per te?

La vita è facile ad occhi chiusi | Recensione

LA VITA È FACILE AD OCCHI CHIUSI (VIVIR ES FÁCIL CON LOS OJOS CERRADOS, Spagna, 2013) di David Trueba, con Javier Camara, Natalia de Molina, Ramon Fontseré, Frances Colomer, Jorge Sanz. Commedia drammatica. ** Nella Spagna franchista del 1966, un simpatico, goffo e logorroico insegnante di inglese e latino vuole conoscere John Lennon, che sta… Read More La vita è facile ad occhi chiusi | Recensione

Volver | Pedro Almodóvar (2006)

A dispetto del trionfalismo che molti cronisti gli accreditano, il film di Almodóvar è quanto di più piccolo, intimo, garbato si potesse creare da una storia che altri registi avrebbero maneggiato con grande noncuranza, pressapochismo a gogò, fantasy sostituita a fantasia. Quel che più colpisce in quest’opera sommessa ed avvolgente che Don Pedro dirige con… Read More Volver | Pedro Almodóvar (2006)

Donne sull’orlo di una crisi di nervi | Pedro Almodóvar (1988)

Tutto sommato, Pedro Almodóvar fa un cinema classico. La sfida al grottesco, il travalicare il realistico per giocare con l’assurdo. I fattori che utilizza per concretizzare l’operazione sono bizzarri, certo: ma alla fine, tirando le somme, ti accorgi ben presto che si tratta di un cinema legato al passato (ma che guarda al contemporaneo –… Read More Donne sull’orlo di una crisi di nervi | Pedro Almodóvar (1988)

La pelle che abito | Recensione

LA PELLE CHE ABITO (LA PIEL QUE HABITO, Spagna, 2011) di Pedro Almodóvar, con Antonio Banderas, Elena Anaya, Marisa Paredes, Jan Cornet, Roberto Álamo, Eduard Fernández, Blanca Suárez. Mélo thriller. ** ½ Partendo dal presupposto che non siamo di fronte al miglior film di Almodóvar, bisogna considerare una serie di motivi che rendono La pelle che abito da… Read More La pelle che abito | Recensione

L’iondiscreto fascino del peccato | Pedro Almodóvar (1983)

Osava parecchio, Don Pedro, quand’era ancora un garzoncello scherzoso e pure parecchio incazzato, figlio della libertà post-franchista di un paese geneticamente contraddittorio. La Spagna è storicamente una nazione cattolica, e lo shock all’uscita del film è comprensibile (e non è un caso che in Italia fu massacrato dalla censura): impensabile un convento di suore, appartenenti… Read More L’iondiscreto fascino del peccato | Pedro Almodóvar (1983)

La mia vita senza me | Isabel Coixet (2003)

Ha una vita dominata dall’incertezza mischiata all’amore, come solo i disperati riescono a concepire: Ann, ventitré anni, antibambocciona, un bel marito, due figlie piccole, un lavoro modesto di notte, un padre in galera. E un tumore maligno che sconvolge tutto, senza discriminazioni. Prima di andarsene via, però, come sarebbe bello fare tutto quel che non… Read More La mia vita senza me | Isabel Coixet (2003)

Carne trémula | Pedro Almodóvar (1997)

Le stravaganze della vita diventano nel cinema almodóvariano le regole dell’esistenza. Nel suo eccedere verso l’inverosimile che acquista lo status di ordinario, Almodóvar riesce a imporre il suo modo di concepire il cinema (che poi è vita, dopotutto) in nome dell’eccentricità al potere, del fuori-dal-comune che inevitabilmente diviene comune. La capacità del regista di realizzare… Read More Carne trémula | Pedro Almodóvar (1997)

Parla con lei | Pedro Almodóvar (2002)

C’eravamo accorti già da Tutto su mia madre che qualcosa stava cambiando nella consapevolezza melodrammatica di Pedro Almodóvar. Sembra essere più riflessivo questo regista che cerca le tracce della vita perduta nell’apparenza della morte cerebrale. «Dalla morte emerge la vita», o no? È una precipua dimensione narrativa molto interessante, in cui si concentra l’inquietudine del divenire percepito… Read More Parla con lei | Pedro Almodóvar (2002)

Il fiore del mio segreto | Pedro Almodóvar (1995)

Nella filmografia di Don Pedro Il fiore del mio segreto (titolo bellissimo per come evoca ironicamente i titoli dei romanzi simil Harmony) si nasconde tra lo scatenato dinamismo di Donne sull’orlo di una crisi di nervi e il maturo affresco di Carne tremula, lo straziante lirismo pop di Tacchi a spillo e la satira sferzante di Kika. Eppure non va assolutamente sottovalutato questo… Read More Il fiore del mio segreto | Pedro Almodóvar (1995)