Recensione: Tully

Nella visione del miniaturista Reitman – che non è solo regista di commedie – il dramedy si declina secondo uno schema solido e personale. Si parte da una situazione “sociale” estrapolata dalla realtà ma non adagiata su didascaliche prospettive documentaristiche, si declina il problema in un contesto privato saggiamente definito da una serie di episodi emblematici, si modula la commedia seguendo i codici del genere e si vira verso il dramma pur evitando la tragedia.… Read More Recensione: Tully

Il figlio di Giuda | Richard Brooks (1960)

È giunta l’ora di riscoprire l’opera di Richard Brooks, regista che sul calare della golden age hollywoodiana fu tra i più abili a sapersi misurare con due componenti fondamentali quanto ingombranti: il divismo (citiamo almeno il fiammeggiante L’ultima volta che vidi Parigi) e l’adattamento (Lord Jim, A sangue freddo, addirittura Karamazov e molti altri). Non… Read More Il figlio di Giuda | Richard Brooks (1960)

L’impareggiabile Godfrey | Gregory La Cava (1936)

È un apologo politico, un racconto sentimentale sul corteggiamento, la storia di un uomo-oggetto ridotto quasi a burattino nelle mani del sesso ex debole, e una screwball. William Powell, ex milionario caduto in disgrazia in seguito alla crisi del ‘29 che vive ai margini della metropoli, viene prelevato dalla ricca e svitata Carole Lombard per… Read More L’impareggiabile Godfrey | Gregory La Cava (1936)

La rosa purpurea del Cairo | Woody Allen (1985)

È una favola folle e paradossale, soprannaturale ed evocativa, sulla potenza del cinema e la monotonia della realtà. Su La rosa purpurea del Cairo si potrebbero intraprendere discorsi filosoficamente elevati, sulla sostanza dei corpi e l’evanescenza delle anime che passano sullo schermo. Allen non considera gli attori – o meglio, gli abitanti della pellicola che attraversa lo… Read More La rosa purpurea del Cairo | Woody Allen (1985)

Lars e una ragazza tutta sua | Craig Gillespie (2007)

Raramente la solitudine (che di per sé può essere anche un valore, a suo modo) è stata affrontata in modo così tenero e sensibile e per di più la sceneggiatrice Nancy Olivier si rapporta alla storia evitando caricature e banalizzazioni, preferendo una strada più sottile e minimalista. Al centro della scena c’è un personaggio insolito,… Read More Lars e una ragazza tutta sua | Craig Gillespie (2007)

Maledetto il giorno che t’ho incontrato | Carlo Verdoe (1992)

Bernardo, musicologo impegnato nella stesura di una biografia su Jimi Hendrix e dipendente da ogni tipo di farmaco, viene scaricato da Adriana, che scappa con un altro. L’unico argine alla sua depressione è l’analista Altieri, nel cui studio incontra Camilla, attrice in analisi da cinque anni ed innamoratasi del medico. Prima come messaggero di biglietti amorosi… Read More Maledetto il giorno che t’ho incontrato | Carlo Verdoe (1992)

Piano, solo | Riccardo Milani (2007)

Luca Flores è stato un pianista geniale, tormentatissimo, solo nella sua ostinata disperazione. Una figura molto affascinante, a cui Walter Veltroni ha dedicato un libro, Il disco del mondo, come l’opera di Bach. Una vita travagliata: l’infanzia vissuta in Africa, la tragica morte della madre, il difficile rapporto col padre. E poi la scoperta del proprio… Read More Piano, solo | Riccardo Milani (2007)

Tu chiamami Peter | Stephen Hopkins (2004)

Realizzare un film su Peter Sellers era sicuramente un’esperienza esaltante. Realizzare poi, secondo l’intento degli autori, un film alla maniera di Peter Sellers lo era ancora di più. Perché stiamo parlando di uno degli artisti più clamorosi del secolo scorso, capace di bruciarsi lentamente, fagocitato dall’incombente presenza materna e dalle proprie debolezze: sesso, droga e… Read More Tu chiamami Peter | Stephen Hopkins (2004)

Harold e Maude | Hal Ashby (1971)

Oppresso da una madre egoista, il giovane rampollo altoborghese e ricchissimo Harold Chasen manifesta una inquietante passione per il macabro: ama andare ai funerali e, soprattutto, è attratto dall’idea della morte, rivelata con le messe in scena di finti suicidi. La sua vita cambia radicalmente quando conosce la vecchia Maude, un’eccentrica signora, pacifista e civilmente… Read More Harold e Maude | Hal Ashby (1971)

Le conseguenze dell’amore | Paolo Sorrentino (2004)

Rinchiuso coattamente in un albergo svizzero dove lavora per conto della mafia, il commercialista Titta Di Girolamo (non) vive un’esistenza degna di essere chiamata tale e trascorre la propria routine riciclando il danaro sporco di cosa nostra, giocando a carte con una vecchia coppia ex ricca e consumando la sua settimanale dose di eroina il… Read More Le conseguenze dell’amore | Paolo Sorrentino (2004)

Ma che colpa abbiamo noi | Carlo Verdone (2003)

La terapia di gruppo di una manica di disperati è guidata da una vegliarda analista che ha la bella idea di crepare durante una seduta. Lasciati in mano ad un cristo che non si fa vivo nonostante tante suppliche (emblematico l’urlo del morettiano paziente Fabio Traversa durante il funerale), i derelitti decidono di procedere senza l’ausilio di… Read More Ma che colpa abbiamo noi | Carlo Verdone (2003)

Americans – 2 | I migliori anni della nostra vita | William Wyler (1946)

Possono essere i migliori anni della nostra vita quelli appena successivi alla fine del secondo conflitto mondiale? Probabilmente sì, perché ogni fine può essere un nuovo inizio. Il film racconta, nel corso di quasi tre, appassionanti ore di romanzo popolare americano, le storie di tre reduci di guerra alle prese con i problemi del reinserimento:… Read More Americans – 2 | I migliori anni della nostra vita | William Wyler (1946)

Tolgo il disturbo | Dino Risi (1990)

Nel cinema italiano ogni autore che dirige un film sulla terza età ha un modello che non può certo ignorare: Umberto D. di Vittorio De Sica, ovviamente. Col capolavoro neorealista, il malinconico film di un autunnale e non troppo cinico Dino Risi condivide una caratteristica fondamentale: tratta la vecchiaia per quel che è, una fastidiosa condizione esistenziale… Read More Tolgo il disturbo | Dino Risi (1990)

La stanza del figlio | Nanni Moretti (2001)

Avevamo lasciato la persona Nanni Moretti che si fa personaggio Nanni Moretti alle prese con la nascita del figlio in Aprile. Tre anni dopo la ritroviamo alle prese con la morte di un figlio certamente più grande, e, probabilmente, con uno dei vertici della sua maturità. Emozionante è forse l’aggettivo che più s’addice a questo melodramma… Read More La stanza del figlio | Nanni Moretti (2001)