Italia ’50s – 2 | La mano dello straniero | Mario Soldati (1954)

Più celebrato come infallibile scrittore, Mario Soldati è stato anche ottimo e spesso sottovaluto regista, derubricato inizialmente quale calligrafico adattatore di romanzi e poi scopertosi imprevedibile esploratore di generi. Chiuse anzitempo la carriera dietro la macchina da presa, col corale e definitivo Policarpo, ufficiale di scrittura, ma è negli anni Cinquanta che ha l’occasione di… Read More Italia ’50s – 2 | La mano dello straniero | Mario Soldati (1954)

Ciò non accadrebbe qui | Ingmar Bergman (1950)

Sembra incredibile, considerando che parliamo di uno dei più grandi autori di sempre, ma anche le più complete retrospettive su Ingmar Bergman hanno sempre avuto un buco. Capita che alcuni maestri pretendano di condannare all’oblio certi lavori nei cui confronti covavano qualcosa di simile alla vergogna, pensiamo a Stanley Kubrick e al suo esordio o… Read More Ciò non accadrebbe qui | Ingmar Bergman (1950)

Cannes Story – 7 | Il terzo uomo | Carol Reed (1949)

Riso amaro. Le sedicenni. Le mura di Malapaga. Stasera ho vinto anch’io. Atto di violenza. Amaro destino. Giusto per fare qualche titolo, tra quelli presentati al Festival di Cannes del 1949. Ma niente: oggi come allora – a parte qualche film rimasto iconico – non poterono niente di fronte a Il terzo uomo, un capolavoro… Read More Cannes Story – 7 | Il terzo uomo | Carol Reed (1949)

Recensione: La forma dell’acqua – The Shape of Water

In fondo, cos’è il film di Guillermo del Toro se non un buffet di madeleine infantili, un caleidoscopio di emozioni filtrate attraverso gli schermi (e le sontuose sale vuote, e gli uggiosi tinelli riempiti dalle gioie trasmesse dai televisori), un collage che ritaglia pezzi di immaginario collettivo americano per costruire un tempio in gloria del passato?… Read More Recensione: La forma dell’acqua – The Shape of Water

Ishtar | Elaine May (1987)

Per ringraziare l’amica Elaine May che gli diede più di una mano nel revisionare la densissima sceneggiatura di Reds (peraltro senza farsi accreditare, come erano soliti fare molti altri script doctor di Hollywood, compresi i celebri Carrie Fisher e Luciano Vincenzoni), Warren Beatty – che per l’epopea rivoluzionaria ottenne quell’Oscar come regista che l’aveva definitivamente portato… Read More Ishtar | Elaine May (1987)

Il ponte delle spie | Recensione

IL PONTE DELLE SPIE (BRIDGE OF SPIES, U.S.A., 2015) di Steven Spielberg, con Tom Hanks, Mark Rylance, Amy Ryan. Storico spionaggio drammatico. **** ½ Storia, geografia, cinema, Spielberg, capitolo ventinove. «Ogni uomo è importante», sostiene l’avvocato Tom Hanks, ormai pacificamente giunto nella sua fase “James Stewart” – e il caso ha voluto che il suo… Read More Il ponte delle spie | Recensione

Don Camillo monsignore… ma non troppo | Carmine Gallone (1961)

La debolezza del quarto capitolo risiede nell’assunto iniziale: in accordo con la logica del “promuovere per rimuovere”, com’è possibile credere ad un manesco parroco di campagna diventato monsignore in Vaticano e ad un ignorante sindaco di provincia in un seggio senatoriale? Regge fino ad un certo punto la satira nei confronti della vacua ampollosità clericale… Read More Don Camillo monsignore… ma non troppo | Carmine Gallone (1961)

Blue Sky | Tony Richardson (1994)

Tenuto in quarantena per un paio d’anni senza un motivo giustificabile, è l’atto estremo del cinema dell’inglese Tony Richardson, alfiere del free cinema e Oscar per Tom Jones. Probabilmente (anzi, sicuramente) non è il suo film migliore, ma Blue Sky ha un suo perché. Ambientato nel bel mezzo della guerra fredda in una base militare in cui gli… Read More Blue Sky | Tony Richardson (1994)

Va’ e uccidi | John Frankenheimer (1962)

Per una volta, complimenti al titolista italiano: rispetto al titolo originale, quello nostrano conferisce al film un tono ancor più inquietante. Certo, non serviva denominarlo così, la carica inquietante di Và e uccidi è tremenda, sotto ogni punto di vista. Sarebbe complicato riepilogare per sommi capi la trama, anche se la recente versione di Jonathan Demme l’ha… Read More Va’ e uccidi | John Frankenheimer (1962)

Il postino | Michael Radford con Massimo Troisi (1994)

Uno spettatore, se non serio almeno corretto, dovrebbe evidenziare di questo film i molti difetti. Tratto dal libro Il postino di Neruda, ne sconvolge le caratteristiche principali (l’età del protagonista, l’ambientazione, l’epoca), ma alla fine la sceneggiatura (realizzata, tra gli altri, da Furio Scarpelli) è il male minore. Il problema sta nell’approssimazione con la quale… Read More Il postino | Michael Radford con Massimo Troisi (1994)

Tempesta su Washington | Otto Preminger (1962)

Volete capire come funziona la politica americana? Allora non perdete Tempesta su Washington. Sin dal titolo si capisce che non trattasi di quattro chiacchiere intorno al camino a ciarlare sul primo presidente degli Stati Uniti. La materia è incandescente: il capo vuole nominare come Segretario di Stato un tizio indipendente dall’Elefante e dall’Asinello, accusato di frequentazioni… Read More Tempesta su Washington | Otto Preminger (1962)