Venezia 75 | Recensione: Capri-Revolution

Per chiudere la sua ideale trilogia, Martone ha l’audacia intellettuale di scegliere una storia periferica e forse priva di una vera capacità rappresentativa, sospesa tra fantastico e realistico, elettrica sia per il potere della natura (le patate) sia per il progresso scientifico.… Read More Venezia 75 | Recensione: Capri-Revolution

Storia immortale | Orson Welles (1968)

In attesa di vedere a Venezia in anteprima mondiale The Other Side of the Wind, uno dei tanti lavori incompiuti della spericolata e disordinata carriera di Orson Welles, finalmente completato in fase di montaggio grazie all’intervento finanziario di Netflix, che ne ha acquistato i diritti per la distribuzione internazionale, perché non rivedere Storia immortale? Si… Read More Storia immortale | Orson Welles (1968)

Future Film Festival 20 | Recensione: Les garçons sauvages

Poderosamente sfrontato, Mandico accarezza la stilizzazione seguendo le coordinate nascoste di un allucinato delirio psichedelico, ipotesi di fantascienza erotica in cui il sesso è oggetto di costante ripensamento. Sesso come genere: attori che sono attrici, corpi che al contempo potrebbero essere uomini o donne…… Read More Future Film Festival 20 | Recensione: Les garçons sauvages

Recensione: A casa tutti bene

Tutto è coperto: la crisi di mezz’età, i tradimenti negati, la malattia, la vecchiaia, la crisi economica, la friendzone, la borghesia arricchita, il matrimonio, le scene primarie, Berlusconi, i comunisti. La grande casa sembra essere troppo piccola, ma più che claustrofobia c’è horror vacui. Guerra totale tra personaggi che occupano gli spazi senza armonia, addirittura si strappano i capelli.… Read More Recensione: A casa tutti bene

Summertime – 5 | Ferie d’agosto | Paolo Virzì (1996)

Opus numero secondo del più acuto osservatore della realtà nostrana che piglia il Belpaese per quel che è, ossia un delirante paese allegramente votato al suicidio. Siamo nel 1995, da un anno Silvio Berlusconi è sceso in politica e il suo governo è già caduto per mano della Lega, aprendo la strada alla stagione dell’Ulivo.… Read More Summertime – 5 | Ferie d’agosto | Paolo Virzì (1996)

A Bigger Splash | Recensione

A BIGGER SPLASH (Italia-Francia, 2015) di Luca Guadagnino, con Tilda Swinton, Matthias Schoenaerts, Ralph Fiennes, Dakota Johnson, Corrado Guzzanti. Noir. *** ½ Like rolling stones, i corpi madidi d’eccitazione tutt’altro che repressa si tuffano dove l’acqua è più blu perché il fondale manipola la realtà, entro una piscina a strapiombo sul mare che accoglie il… Read More A Bigger Splash | Recensione

Immaturi – Il viaggio | Recensione

IMMATURI – IL VIAGGIO (Italia, 2012) di Paolo Genovese, con Raoul Bova, Barbora Bobulova, Ambra Angiolini, Ricky Memphis, Luca Bizzarri, Paolo Kessiooglu, Anita Caprioli, Luisa Ranieri, Lucia Ocone, Maurizio Mattioli, Giovanna Ralli, Alessandro Tiberi. Commedia. ** Nel nostro piccolo, storicizziamo un pochino: Notte prima degli esami, datato 2006, è lo spartiacque della commedia italiana degli ultimi… Read More Immaturi – Il viaggio | Recensione

Il postino | Michael Radford con Massimo Troisi (1994)

Uno spettatore, se non serio almeno corretto, dovrebbe evidenziare di questo film i molti difetti. Tratto dal libro Il postino di Neruda, ne sconvolge le caratteristiche principali (l’età del protagonista, l’ambientazione, l’epoca), ma alla fine la sceneggiatura (realizzata, tra gli altri, da Furio Scarpelli) è il male minore. Il problema sta nell’approssimazione con la quale… Read More Il postino | Michael Radford con Massimo Troisi (1994)

La mia droga si chiama Julie | François Truffaut (1969)

Contrariamente a quanto possa apparire, col suo turbine di tormentate passioni e di eros malandrino, è uno dei film più lieti e brillanti di François Truffaut, qui particolarmente (e spudoratamente) selvaggio. Non tanto per il tono, quanto per la messinscena e quel che c’è dietro. Nonostante la versione italiana che circola sia martoriata di più… Read More La mia droga si chiama Julie | François Truffaut (1969)

Tutte le donne della mia vita | Simona Izzo (2007)

Davide Ferrari è un celebre cuoco che seduce le donne, alle quali non sa rinunciare, attraverso le sue sopraffine creature culinarie. All’espressione onnipresente «lei si chiama come mia madre» – non ha nemmeno superato il complesso di Edipo, figlio di una madre che non sia è mai voluta far chiamare in tale modo, in dieci… Read More Tutte le donne della mia vita | Simona Izzo (2007)