Italia ’50s – 28 | La passeggiata | Renato Rascel (1953)

La prospettiva Nevskij di Gogol’ secondo Renato Rascel? Messa così, oggi, si fa fatica a trattenere qualche sorrisetto supponente. L’operazione, tuttavia, non nasce a caso: l’attore veniva dall’ottimo successo personale de Il cappotto, che Alberto Lattuada aveva trasposto da un racconto del grande scrittore russo. Una prova drammatica, quella della star dell’avanspettacolo, la cui importanza… Read More Italia ’50s – 28 | La passeggiata | Renato Rascel (1953)

Quale amore | Maurizio Sciarra (2006)

Adattare La sonata a Kreutzer di Lev Tolstoj: ardua impresa quella di Maurizio Sciarra e Claudio Piersanti. Più che un adattamento, Quale amore ne è una libera versione di inizio millennio. L’azione è infatti spostata al 2000, con al centro della scena il giovane banchiere svizzero Andrea e la sua ossessione-gelosia verso la bella moglie Antonia, pianista. La uccide;… Read More Quale amore | Maurizio Sciarra (2006)

Le notti bianche | Luchino Visconti (1957)

La claustrofobia di una storia “impossibile” su un amore chissà fino a che punto facente parte dell’universo del reale: Luchino Visconti ha ben capito le istanze intrinseche della lettura dostoevskijana e, scrupoloso com’era, non poteva schivare questa importante caratteristica della narrazione. Ovviamente non va dimenticato che, essendo Visconti regista anche (e soprattutto?) teatrale, una dimensione… Read More Le notti bianche | Luchino Visconti (1957)

Partner | Bernardo Bertolucci (1968)

Partner. Compagno, ma anche convivente. Per capire qualcosa (almeno provarci), bisogna partire dal titolo. Partner. Per certi versi, già dal titolo si può intuire la matrice letteraria dell’opera, che si propone come rivisitazione moderna de Il sosia di Dostoevskij. Recuperare un testo classico per parlare dell’oggi non è operazione originale, ma non posso liquidare il film di… Read More Partner | Bernardo Bertolucci (1968)

Amore e guerra | Woody Allen (1975)

Eroe inconsapevole che si batte per la resistenza degli imperfetti, Woody Allen scende in trincea sfidando sé stesso (e dunque tutte le sue fisime) e il mito della frontiera bellica. Sin dal titolo omaggia, insegue, cita il capolavoro di Lev Tolstoj (Guerra e pace, naturalmente) e le motivazioni di tale amorevole riferimento sono facilmente individuabili:… Read More Amore e guerra | Woody Allen (1975)