Storia immortale | Orson Welles (1968)

In attesa di vedere a Venezia in anteprima mondiale The Other Side of the Wind, uno dei tanti lavori incompiuti della spericolata e disordinata carriera di Orson Welles, finalmente completato in fase di montaggio grazie all’intervento finanziario di Netflix, che ne ha acquistato i diritti per la distribuzione internazionale, perché non rivedere Storia immortale? Si… Read More Storia immortale | Orson Welles (1968)

Recensione: Loro 1

E quindi Loro: il racconto degli altri. Il sottobosco esposto di un’ambizione cafona, il massimo grado del provincialismo, l’autobiografia nera di coloro che scoprono l’epifany di una vita votata all’impossibilità di ottenere quel potere. Come un grande bildungsroman su questo infinito ventennio, le tappe sono definite: corrompere, fottere, godere. … Read More Recensione: Loro 1

Fantozzi | Luciano Salce (1975)

Roma, da un cesso dov’è stato murato per diciotto giorni, esce Fantozzi ragionier Ugo, sfigato e sventurato travet sposato alla dolce ma modesta Pina, padre della babbuina Mariangela e collega del petulante ed intraprendente geometra Filini e della signorina Silvani, suo sogno erotico, compagna dell’arrogante e gradasso geometra Calboni. Disavventure a non finire: un tristissimo… Read More Fantozzi | Luciano Salce (1975)

Recensione: L’ora legale

Ciò che stupisce de L’ora legale è l’assenza di compiacenza nei confronti del coro di personaggi, compresi i due protagonisti: lasciano un accenno di ipotesi grottesca nelle facce del popolo, senza rinunciare all’impianto dialettale, però Ficarra e Picone non intendono condannare l’atteggiamento della gente o moraleggiare con presunzione, ma fare umorismo sulle dinamiche più elementari del populismo.… Read More Recensione: L’ora legale

Un posto al sole | George Stevens (1951)

Michael Wilson non poté ritirare l’Oscar per la miglior sceneggiatura: era stato inserito nella lista nera di Hollywood, come molti altri esimi scrittori, e al posto suo fu messo un prestanome. L’idiozia del maccartismo ha ucciso una generazione di artisti da un punto di vista pubblico. Oltre al maccartismo, il fantasma che aleggia nel film,… Read More Un posto al sole | George Stevens (1951)

Un eroe borghese | Michele Placido (1995)

Tratto dal libro inchiesta che Corrado Stajano scrisse basandosi sull’esperienza dell’avvocato Giorgio Ambrosoli. Chiamato dalla Banca d’Italia come commissario liquidatore della Banca Privata di Michele Sindona, scopre la tela di interessi che lega il banchiere ad alcuni esponenti politici (tra cui Giulio Andreotti, ça va san dire), alla mafia e al Vaticano (leggi alla voce… Read More Un eroe borghese | Michele Placido (1995)

L’ora di punta | Vincenzo Marra (2007)

Nella pattuglia italiana invitata al Festival di Venezia del 2007, ricordo che L’ora di punta fu il più colpito dalle baionette dei critici e dagli archi dalle lance appuntite del pubblico. Linciato a destra e a manca, fu difeso solo da Alberto Crespi de l’Unità, il più competente giornalista di cinema che scrive su quotidiani. Con tutta la… Read More L’ora di punta | Vincenzo Marra (2007)

In nome del popolo italiano | Dino Risi (1971)

Si può etichettare In nome del popolo italiano come un film sconvolgente? Si può. È tale non tanto per quel che dice, ma per quel che è oggi. Post tangentopolisti quali siamo (o non ancora?) o quali dovremmo essere, fate voi, non possiamo non individuare in questo spietato affresco grottesco sul vizio preferito dagli italiani (fregare, sempre… Read More In nome del popolo italiano | Dino Risi (1971)

Il moralista | Giorgio Bianchi (1959)

Satira corrosiva che mette alla berlina l’insostenibile grado di moralismo percepibile nell’Italietta degli anni cinquanta, Il moralista è una interessantissima commedia nera, cinica e beffarda, probabilmente l’opus migliore della carriera del discontinuo Giorgio Bianchi. Non è esattamente un veicolo per il vulcanico protagonista, perché egli compare sì assiduamente, ossessivo, nella prima parte, mentre sfugge, appare e scompare… Read More Il moralista | Giorgio Bianchi (1959)

Election | Alexander Payne (1999)

Tracy Flick è una studentessa antipatica ed impegnata in mille attività che decide di scalare il potere studentesco candidandosi alla poltrona di Presidente del Consiglio. Il professor McAllister cerca di impedire il coronamento del suo sogno, ma ha troppi problemi personali per riuscire perfettamente nel suo intento. Finirà male. O bene. Dipende dai punti di… Read More Election | Alexander Payne (1999)