Il cavaliere elettrico | Sydney Pollack (1979)

Sembrerebbe un ritratto fin troppo drammatico ma Il cavaliere elettrico parla proprio di questo: un popolo che fa i conti coi suoi miti, col passato iconograficamente comunque sempre affascinante e col presente aggressivo cannibalizzato dai bisogni del capitale.… Read More Il cavaliere elettrico | Sydney Pollack (1979)

Recensione: Billy Lynn – Un giorno da eroe

BILLY LYNN – UN GIORNO DA EROE (BILLY LYNN’S LONG HALFTIME WALK, U.S.A.-G.B.-Cina, 2016) di Ang Lee, con Joe Alwyn, Garrett Hedlund, Kristen Stewart, Chris Tucker, Vin Diesel, Steve Martin, Arturo Castro, Ismael Cruz Cordova, Mason Lee, Benn Platt, Tim Blake Nelson. Drammatico. *** ½ Chiaramente c’è un grosso problema: girato in HFR (120 fotogrammi… Read More Recensione: Billy Lynn – Un giorno da eroe

Hairspray | Adam Shankman (2007)

Hairspray o la rivincita dell’imperfezione. La riscossa dolce e dirompente delle anticonvenzionali sulla banalità che ha preso le vesti della normalità. Il lardo, la spensieratezza, il buon vivere che destituiscono alla magrezza-mezza-bellezza, all’arrivismo, al cinismo la corona di reginetta della festa. Il beneplacito di John Waters non inganni: Hairspray (“lacca”) è tutt’altra cosa rispetto Grasso e bello. E ciò… Read More Hairspray | Adam Shankman (2007)

C’era un cinese in coma | Carlo Verdone (2000)

Tra la fine degli anni novanta e l’inizio dei primi duemila, Carlo Verdone fu palesemente investito da una lenta crisi autoriale, dovuta più che altro alla società nella quale si viveva allora. Non era più tempo dei vari personaggi che l’avevano reso celebre e anche i film più delicati e agrodolci non sembravano riscuotere lo… Read More C’era un cinese in coma | Carlo Verdone (2000)

Prêt-á-Porter | Robert Altman (1994)

Di un film sull’ambiente della moda Robert Altman ne parlava dagli anni ottanta, nello stesso periodo in cui a Michelangelo Antonioni avevano offerto di girare Sotto il vestito niente e a Carlo Lizzani il controfilm per affrontarlo. Alla fine sotto il vestito c’andarono i fratelli Vanzina, il maestro dell’incomunicabilità tornerà a fare un film solo a metà… Read More Prêt-á-Porter | Robert Altman (1994)

Hollywood Party | Blake Edwards (1968)

C’è una comparsa indiana, tal Hrundi V. Baksh, che fa fallire la realizzazione di un film di ingente spesa e perciò viene bandito da qualunque set («Neanche televisione posso fare?» chiede al regista furioso). Per un equivoco finisce nella festa organizzata da una ricca coppia e nella sfarzosa villa dei due l’invitato ne combina di… Read More Hollywood Party | Blake Edwards (1968)

Cartoline dall’inferno | Mike Nichols (1990)

Nei roventi gironi del compiaciuto inferno dello star system hollywoodiano, un posto d’onore lo merita la coppia qui incarnata da Meryl Streep e Shirley MacLain, una drogata e un’alcolizzata (cominciamo bene!). Il romanzo autobiografico di Carrie Fisher è la lava incandescente che sputa il vulcano messo su da Nichols con piglio teatrale e non sempre… Read More Cartoline dall’inferno | Mike Nichols (1990)

I ragazzi irresistibili | Herbert Ross (1975)

Prima di Ginger e Fred, v’era stata al cinema un’altra rimpatriata di vecchie glorie. Senza il pessimismo onirico di Fellini, quella de I ragazzi irresistibili è la rentrée di una coppia di comici che, dopo quarantatre anni di carriera iniziata nel vaudeville, spezzato il già precario equilibrio dai ripetuti screzi e contrasti, si sono lasciati.… Read More I ragazzi irresistibili | Herbert Ross (1975)

L’uomo che capiva le donne | Nunnally Johnson (1959)

Hollywood ama molto mettersi alla berlina e rappresentarsi senza pietà, spesso come excusatio non petita. Esempio eclatante? Viale del tramonto: «io sono sempre grande, è il cinema che è diventato piccolo». Dunque Hollywood, quindi il cinema americano, e una dimensione che non può più essere gigantesca, specie nel momento di (prima) massima minaccia della televisione. Ovviamente… Read More L’uomo che capiva le donne | Nunnally Johnson (1959)

Appuntamento a Belleville | Sylvain Chomet (2003)

Un gioiello di rara finezza stilistica. Tra i pochi cartoon che avrebbe una sua ragione d’esistere anche con attori veri. È un gran film, Appuntamento a Belleville: un ciclista viene rapito da alcuni mafiosi durante il Tour de France e caricato su una nave diretta verso l’America, dove vogliono sfruttarlo per un esperimento di avanguardia cinematografica.… Read More Appuntamento a Belleville | Sylvain Chomet (2003)